Contenuto medio di Vitamina K negli alimenti

Il valore è espresso in µg / 100 gr per gruppi di alimenti.

La vitamina k gioca un ruolo importantissimo nei fenomeni coagulativi in particolare nei soggetti in terapia anticoagulante (TAO). In questi pazienti l’assunzione alimentare di vitamina k può modificare in modo evidente l’azione dei farmaci; questo elenco può essere pertanto di ausilio per un corretto controllo terapeutico. Le caratteristiche della vitamina K sono riportate nella pagina dedicata alle vitamine; per informazioni sulle analisi della coagulazione visitate la pagina dedicata.

Vegetali

Cavolo da 850 a 100
Bietola 830
Crescione 540
Rape 520
Verze 510
Barbabietola 480
Spinaci 400
Cicoria 300
Radicchio 255
Crescione 250
Indivia 231
Cavoletti di Bruxelles 177
Lattuga 174
Broccoli 141
Cavolfiore 133
Rughetta 109
Asparagi 50
Soia 47
Porri 47
Rabarbaro 41
Piselli 30
Sedano 29
Fagiolini 20
Pomodori 18
Fagioli 14
Carote 10
Funghi 7
Cetrioli 4
Patate 4
Zucca 2

Spezie, condimenti e bevande

Timo oltre 1500
Basilico oltre 1500
Salvia oltre 1500
Prezzemolo oltre 1500
coriandolo 1300
700
Maggiorana 610
Origano 600
Sedano 580
Erba cipollina 213
Chiodi di garofano 140
Curry in polvere 100
Peperoncino 80
Paprika 80
Olio di oliva 60
Burro 50
Olio di mais 50
Caffè 38
Capperi 25

Alimenti di origine animale

Uova (uno) 25
Maiale 11
Tonno 10
Prosciutto 8
Bresaola 7
Vitello 7
pesce da 4 a 8
Formaggi da 4 a 8
Agnello 6
Ricotta 5
Pollo 4
Coniglio 4
Triglia 4
Mozzarella 3
Latte 1

Cereali

Pasta 4
Riso 4
Polenta 4
Semolino 4
Pane 3

Frutta e frutta secca

Prugne secche 60
Pinoli 54
Kiwi 40
Anacardi 34
Fragole 12
Frutti di bosco 9
Uva 6
Fichi 5
Mele 5
Arance 4
Banane 4
Pesche 4
Pere; 3
Alicocche 3
Cocomero 2
Ciliegie 1