Breath Test per Helicobacter Pylori

Nel 1982 i ricercatori australiani Marshall e Warren dimostrarono che gran parte delle patologie e dei disturbi gastrici era dovuta ad un batterio (Helicobacter Pylori) che vive e si riproduce nell’ambiente acido dello stomaco. Esso è causa di quasi tutte le gastriti e di una percentuale che varia dal 70% al 90% delle ulcere gastriche e duodenali. E’ pertanto decisivo, per poter instaurare una risolutiva terapia antibiotica, porre una corretta diagnosi circa la presenza dell’Helicobacter Pylori. Il Breath test (test del respiro) si pone come valida alternativa alla gastroscopia nella valutazione della presenza dell’Helicobacter Pylori e nel controllo della sua eradicazione dopo terapia.
E’ un test di assoluta semplicità in cui si sfrutta la capacità di un enzima (ureasi), presente nel batterio, di liberare un isotopo non radioattivo del carbonio (13C). Questo isotopo viene eliminato nella molecola dell’anidride carbonica attraverso il respiro. La valutazione della concentrazione del 13C nell’aria espirata è un sicuro indice della presenza o meno dell’Helicobacter Pylori nell’intestino.
Il test dura 15 minuti circa e si compone di due rilevazioni dell’aria espirata prima e dopo l’assunzione di 13C-urea, è del tutto innocuo ed indolore e non presenta alcuna controindicazione né effetti collaterali.
E' inoltre possibile anche effettuare la ricerca dell’Helicobacter Pylori sulle feci ricercando direttamente alcune strutture antigeniche del batterio, nonchè dosare sul sangue la presenza degli anticorpi anti HP.
Il test non è in convenzione con il Servizio Sanitario, si esegue su appuntamento.