PCT - Post Coital Test

Il PCT ( Post coital test ) è una indagine di semplice esecuzione che fornisce innumerevoli indicazioni diagnostiche rispetto ad un quadro di infertilità. Si effettua tramite un prelievo di muco cervicale eseguito dalle 3 alle 5 ore dopo un rapporto. Per la corretta esecuzione del PCT è necessario che la donna sia in fase preovulatoria; infatti la produzione del muco è indotta dall’Estradiolo che, agendo a livello cervicale, riduce la cellularità, abbassa la viscosità e conferisce tutte le caratteristiche necessarie a consentire il passaggio di spermatozoi.
Viceversa il Progesterone, prodotto dopo l'ovulazione, rende il muco ostile al passaggio dei gameti maschili. Sarebbe quindi opportuno eseguire il PCT durante un monitoraggio ecografico al fine di individuare con maggior esattezza il periodo fertile. La prime indicazioni fornite dal PCT sono pertanto quelle a riguardo dell'estrogenizzazione del muco, della sua quantità, del suo pH così da valutare anche se indirettamente la condizione endocrina femminile. Oltre che da una scarsa estrogenizzazione il muco cervicale può essere alterato da una condizione flogistica del canale cervicale.
Il secondo dato fornito dal PCT è quello relativo alla condizione seminologica; numero, morfologia e motilità degli spermatozoi sono in linea di massima correlabili con i dati del liquido seminale, anche se nel caso del PCT non abbiamo interferenze dovute alla metodica di raccolta e trasporto del campione. Infine il PCT può orientarci verso l'esistenza o meno di anticorpi antispermatozoo. I risultati del PCT possono essere sostanzialmente due.
Si parla di PCT negativo quando gli spermatozoi non sono in grado di risalire le vie genitali femminili. Ciò è secondario o ad un problema del muco (alterazione del pH, flogosi, anticorpi, scarsa estrogenizzazione) o ad un problema seminale.
Nel caso di PCT positivo, che è la condizione necessaria anche se non sufficiente all'instaurarsi della gravidanza, si può escludere che l'eventuale problema di fertilità sia da causa maschile o cervicale, pertanto se esiste un problema questo è molto verosimilmente riferibile ad un problema uterino, tubarico o di ovulazione. Chiaramente esistono delle condizioni intermedie, PCT mediocre, in cui vi è un passaggio di spermatozoi ma in quantità ridotta con conseguente diminuzione delle possibilità di gravidanza.